Come il Buddha ti farà vincere ogni partita

Ti sei mai chiesto cosa sia davvero essenziale alla tua esistenza una volta che hai soddisfatto il bisogno di mangiare, di dormire e chiaramente di respirare.

Cosa hanno davvero in comune i grandi Maestri dell’umanità come Cristo, Buddha o Babaji , piuttosto che Sai Baba, Swami Rama o Krishna, non solo …

Per quale motivo personaggi come Robert Kiyosaki, T. Harv Eker, Brain Tracy oppure Alfio Bardolla hanno un successo così esorbitante?

La domanda perfetta potrebbe essere la seguente: Esiste un fondamento durevole, inequivocabile e davvero unico del successo? La mia risposta è “si”.

E se stessi parlandoti di quel “faro nella notte” – e proprio di quello parliamo! – che ti consentirebbe una riuscita certa in ogni tua sfida esistenziale e commerciale? Allora se fossi in te mi preoccuperei di prendere nota di quanto ti verrà detto nelle prossime righe.

Cosa accomuna milionari e maestri spirituali

Voglio che tu metta particolare attenzione sul fatto che esiste “un solo” fondamento per il successo, uno solo che sia davvero essenziale. Lo indicheremo con i termini “pace mentale” e mindfulness (“attenzione consapevole”, Sati in lingua Pali)

Anche se in verità sono un’insieme coerente di atteggiamenti mentali che orientano al successo i nostri amici milionari, la pace mentale / mindfulness sono qualità prime per importanza.

Ed in tutti i casi, indipendentemente dagli ambiti in cui la nostra vita si svolge, la pace mentale può essere definita come “la coscienza interiore di vedere i pensieri muoversi” col fine di non farsi dominare da essi, né dagli impulsi, tanto meno dalle emozioni.

Non è banale il fatto che tale fondamento sia l’essenziale, anzi vedrai come ciò abbia un’importanza clamorosa. Ed è bene che tu ne prenda atto: “prima ne avrai notizia, e prima otterrai il tuo Risultato.”

Afferra il Fondamento il prima possibile perché i processi cognitivi di acquisizione delle nuove informazioni richiedono tempi diversi e specifici per l’effettiva usabilità delle stesse.

È come se un’informazione nuova richiedesse del tempo per essere “digerita” e poi ancora del tempo per essere “agita” nel mondo concreto.

Sappi dunque che quello che leggerai ora – se non verrà rigettato dal tuo ego, che in genere tende a minimizzare tutte le informazioni che producono cambiamento – diverrà parte della tua attività quotidiana tra qualche giorno, settimana o mese. E tale gap temporale spessissimo fa la differenza tra un “nuovo inizio” e il “fallimento” di molte delle nostre buone intenzioni.

Hai mai notato quante persone dicono di volersi migliorare, di operare cambiamenti in positivo e poi … li ritrovi qualche mese dopo e anziché essere migliorate sono addirittura regredite. Era proprio questo il senso del mio “Afferra il Fondamento il prima possibile”, poiché è molto facile dimenticare queste cose.

Alle suddette persone manca quasi del tutto quel che Blair Singer (Rich Dad Advisors) chiama il Codice d’Onore.

La prima cosa che facciamo quando avviamo una azienda o quando facciamo un coaching in un’azienda, è stabilire un Codice d’Onore.

Perché? Perché in assenza di regole le persone si creano le proprie.

E quando la situazione si scalda, le persone tornano ai loro schemi comportamentali istintivi … e, il più delle volte, non è positivo per la squadra.

R. Kiyosaki, Più importante del denaro il team di un imprenditore, 2019, p. 34.

Gli “schemi comportamentali istintivi” sono un surrogato del termine ego, quello che minimizza e rifiuta il cambiamento (Dvesa, per lo Yoga) per paura del cambiamento stesso.

Quindi ti consiglio di non continuare a dire che sono cavolate la “pace mentale” e tutta la filosofia che ne sta alla base, poiché questo è un atteggiamento che rischia di farti arenare per il semplice fatto che non esiste un Codice d’Onore alla base del tuo atteggiamento mentale.

Io sono un amante fedele del Codice d’Onore e sto imparando a rispettarlo sempre di più nella mia vita sentimentale e lavorativa. Ebbene, per quanto riguarda la mia esperienza, il Codice d’Onore funziona! Blair Singer (Rich Dad Advisors) ha davvero ragione.

Il “faro nella notte”

Ora è più semplice comprendere la seconda notizia che voglio darti a proposito di quell’unico fondamento per il successo: la tua pace mentale.

È opportuno che tu comprenda l’inevitabilità del Fondamento, ovvero della pace mentale. Non puoi in nessun caso togliere il “faro nella notte” dai tuoi “ingredienti” quotidiani, poiché questo toglierà sostanza e reale efficacia ai tuoi sforzi, ai tuoi tentativi di vivere una vita appagante dal punto di vista sia lavorativo che sentimentale.

Ogni acquisizione è nulla se nel tuo intimo la quiete è perduta.

L’ego ha il fallimento quale epilogo di ogni sua azione.

Si può pure vincere e ottenere quel che si desiderava in partenza ma avere perduto l’amore e la fiducia delle persone care, dei collaboratori e degli amici.

E questo accade perché il tuo percorso ti ha sovra-agitato al punto da dimenticare l’importanza del Fondamento.

Esso – lo ripeto – dà sostanza e reale efficacia ai tuoi sforzi.

Ti assicuro che il tuo compagno di viaggio sarà però un altro, qualora ti “metterai in testa” di ascoltarmi e prendere atto del fattore primario di successo di tutti i grandi Maestri.

Dallo Yoga all’educazione finanziaria corre un unico segreto per la vittoria, e questo segreto, lo sai, si chiama pace mentale.

Fatica cronica e risultati fallimentari

Dunque mi auguro tu abbia compreso (te lo auguro!) che sia proprio la pace mentale che hanno in comune tanto i milionari quanto i Maestri illuminati e allo stesso modo ogni uomo e donna di vera cultura.

Tuttavia potresti essere deluso dalla risposta alla mia domanda iniziale?

Esiste un fondamento durevole, inequivocabile e davvero unico del successo?

Forse si. Sei deluso. Ad ogni modo l’argomento è affascinante e – come hai visto – è di natura piuttosto pratica.

Il “carico da novanta”, ossia la consapevolezza decisiva a proposito del Tuo successo personale in ossequio alle azioni tanto dei Maestri quanto dei milionari, sarà il comprendere che la pace mentale ti permetterà di

farla subito finita con la fatica cronica e i suoi risultati fallimentari. Tutto questo scenario esiziale dipende in larga misura dai conflitti che in continuazione sei diventato/a bravo/a a creare – e pure ad alimentare.

I conflitti, l’opposizione di “te verso te” e di “te verso gli altri” … sono questi i reali motivi di insuccesso che riguardano centinai e centinai di persone che pure si impegnano e si logorano nel cimentarsi in mille sfide alla fine sempre deludenti.

Senza pace mentale la tua azione, carica di adrenalina (ormone dello stress), sarà un’azione irruenta e dunque scontrosa, nervosa e mai realmente “inclusiva” e votata al successo.

Uno dei “file della ricchezza” del milionario T. Harv Eker ci parla proprio dell’inclusività come tecnica per ottenere sempre “entrambe le cose!”.

I ricchi sanno che con un po’ di iniziativa si può sempre escogitare il modo per ottenere il meglio di entrambi gli aspetti.

Essendo allenato a pensare in termini “inclusivi”, mi addentrerò nella discussione (Eker si sta riferendo ad una trattativa d’affari, n.d.r.) con la massima disponibilità a creare una situazione in cui non pagherò al fornitore in più, e lui sarà assolutamente soddisfatto degli accordi che troveremo.

In altre parole, il mio obiettivo è quello di ottenere la soddisfazione di entrambi.

Harv Eker, I segreti della mente milionaria, 2008, p. 125.

Bene! Per essere inclusivi e ottenere il miglior risultato per entrambe le parti (“te verso te” e di “te verso gli altri”) occorre che alla base ci sia la pace mentale che non sappia mettere il proprio interlocutore in una situazione di insopportabile resa o di amara reazione.

Puoi vedere da te come sia ancora una volta la pace mentale il fondamento unico del successo, per il fatto che grazie ad essa

  • non dovrai rimediare al conflitto che potresti avere causato (il che implica “energia psichica/emotiva” che se ne va dalle tue preziose riserve);
  • non dovrai alimentare una lotta con i tuoi collaboratori o semplici interlocutori. Ed è un bene! Poiché per quanto tu possa avere ragione, in quella lotta stai disperdendo una montagna di energia psichica che invece ti servirebbe per finalizzare ogni tuo progetto.

Si, ora capisci meglio quanto fosse importante la mia domanda iniziale: Esiste un fondamento durevole, inequivocabile e davvero unico del successo?

Esiste ed è la pace mentale!

Ne consegue che non dovrai più cercare nel grande mare delle super skills, delle soft skills, delle roboanti qualifiche per essere una persona di successo. Poiché queste ultime sono nulla senza il loro fondamento, e questa è una legge che tutti i Grandi hanno riconosciuto.

Estendere la pace mentale

I Grandi (utilizziamo pure questa parola), a differenza della maggioranza delle persone, riescono ad essere vincenti proprio in rapporto alla loro capacità di estendere la propria pace mentale.

In qualsiasi situazione, dai momenti di felicità a quelli in cui qualcosa sembra andare storto, i vincenti mantengono in pace la loro mente, sanno come non accrescere i loro livelli di stress.

Che gli eventi siano positivi (un affare che va a gonfie vele, un incontro sentimentale meraviglioso) oppure negativi, la loro mente è stabile nell’osservare in modo quanto più possibile distaccato gli accadimenti esterni.

Se fossi il tuo “life coach” (mentre invece ho studiato e praticato molta Filosofia e Yoga, povero me!) ti darei delle tecniche, dei Kriya per sviluppare il fondamento del successo tramite “azioni consapevoli” mirate all’ottenimento della pace mentale.

Ed è proprio a proposito della tua mente (dal sanscrito manas, latino mens che è la radice di man, uomo) che ti istruirei per bene.

Di fatto il blog è un boost affinché la tua mente sia resa limpida ed efficacie ai fini del tuo personale successo lavorativo, sentimentale e nell’ambito della salute.

Questo accadrà non appena avrai iniziato a mettere a fuoco il fondamento reale di ogni impresa, senza il quale nulla ti darà soddisfazione durevole.

È la tua mente ad essere sempre implicata nel processo di ogni azione, ed è la sua qualità, espressa in termini di “pace” o “assenza di conflitto”, che determinerà in larga misura la qualità stessa del tuo risultato finale.

Se però ti chiedessi, a riprova del tuo reale grado di approfondimento rispetto ai temi qui discussi:

Da dove nasce questa idea dello spirito che vince, della mente che invisibile sotto ogni azione determina successi e fallimenti?

Nasce con The Secret? Oppure con Bob Proctor? O con Luise Hay? Joe Vitale? No … forse è nato tutto con Napoleon Hill?

Molti aspiranti vincitori o “life coach” si fermano qui! Si arrestano hai nomi più citati negli store delle grandi librerie mondiali, eppure non sanno che una volta il Buddha Śākyamuni (VI sec. a. C.) disse:

Ecco, o monaci, un monaco nel corpo, osservando il corpo, dimora strenuo, attento, consapevole, lontane nel mondo la cupidigia e la sofferenza.

Nella sensazione, osservando la sensazione, dimora strenuo, attento, consapevole, lontane nel mondo la cupidigia e la sofferenza.

Nella mente, osservando la mente, dimora strenuo, attento, consapevole, lontane nel mondo la cupidigia e la sofferenza.

Negli elementi, osservando gli elementi, dimora strenuo, attento, consapevole, lontane nel mondo la cupidigia e la sofferenza.

Aforismi e discorsi del Buddha, 1998, p. 319.

Sono questi i “quattro pilastri”, e il Fondamento che dimostrano come il Buddha (che è in Te) ti farà vincere ogni partita. Non è infatti un caso che due degli appellativi del Buddha fossero proprio Bodhisattva e soprattutto – il più noto – Siddharta.

Bodhisattva significa “colui la cui mente è naturata di comprensione”. E se approfondirai i vincenti di tutte le epoche noterai in loro, nelle loro azioni, una straordinaria abilità nel comprendere certamente gli avversari ma soprattutto se stessi.

Siddharta significa invece “che ha raggiunto il suo scopo”.

In definitiva la tecnica per il tuo reale benessere che qui ti viene proposta riguarda proprio 1) la possibilità di sviluppare una mente che ha in sé il dono della comprensione e 2) il raggiungimento di uno scopo sicuro, ossia inalienabile: che nessuno mai ti potrà togliere.

Diventa ora un Maestro, una Maestra Sublime della pace mentale, e potrai verificare grazie alla Tua esperienza diretta quanto i Grandi abbiano pacificato se stessi in ogni epoca, in ogni situazione o business.

La chiave del successo sta proprio lì.

Michel Pelucchi

michel.pelucchi@gmail.com

** Se l’articolo ti ha interessato e vuoi approfondire le tecniche psico-fisiche e i protocolli scientifici per aumentare la tua efficacia mentale in qualsiasi situazione. Scrivimi per una consulenza personalizzata, per informazioni legate alla mia attività.